Per Maggiori Informazioni

Compila questo modulo per richiedere informazioni o preventivi. Sarai ricontattato prima possibile.
Ti preghiamo di compilare tutti i campi obbligatori.
Acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy
L'invio di questo modulo, implica il consenso al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.

 

Alimentatore

 

Uno dei guasti più frequenti nei computer portatili è quello riguardante l'alimentatore.

 

Il portatile non si accende più poiché l’alimentatore non carica.

 

La funzione dell'alimentatore non è solo quella di fornire energia al notebook ma anche quella più delicata di fungere da stabilizzatore della corrente. Non è raro vedere portatili con la scheda madre guasta a causa di una tensione sbagliata o di un malfunzionamento di questo bistrattato accessorio.

 

Il guasto in molti casi deve essere valutato come un vero e proprio "sucidio" dell'alimentatore per non creare grossi guai all'apparato che alimenta.

Guardiamolo come una specie di grosso fusibile che si sacrifica per il bene del nostro PC.

 

Un’ulteriore attenzione è da dedicare al cavo nel tratto alimentatore notebook; se si presenta contorto e arricciato in modo anomalo è perché c’è in atto un surriscaldamento, spesso causato da un campo magnetico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In ogni apparecchiatura elettrica i cavi vanno stesi; non lasciarli per nessuna ragione arrotolati o fascettati, in particolar modo per apparecchiature che assorbono molta corrente per effetto joule come ferri da stiro, fornetti, stufette, asciugacapelli, piastre o stiracapelli, poiché se l’assorbimento del dispositivo è alto diventano anche pericolosi.

 

Controllare sempre se il jack di alimentazione è danneggiato oppure se il cavo è senza copertura o è stato rosicchiato da un  cucciolo some spesso accade. Questo è il preludio a corto circuito

 

Di norma gli alimentatori universali non danno problemi, ad eccezione di tre marche: Apple, HP e Dell.

 

Gli Apple hanno un controllo interno che regola le intensità di corrente e nel 2010 ha denunciato tre aziende per violazione di brevetto poiché con i loro prodotti avevano creato problemi ai portatili MAC.

 

I notebook HP e Dell si interfacciano tramite un software proprietario installato sui Portatili alla batteria che ne regola il flusso di corrente attraverso un terzo cavo (come mostrato in un “geniale” intervento nell’immagine sotto).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo non vuol dire che gli universali non funzionino ma semplicemente che su queste due ultime marche non lo fanno regolarmente.

 

Comunque un buon alimentatore da 70 o 90 W costa intorno ai 45 euro + IVA, un originale HP di analoga potenza costa 60 euro + IVA.

 

Gli originali Dell hanno un costo analogo ma per quelli bisogna rivolgersi direttamente a Dell ; per alimentatori di potenza superiore, peraltro oggi molto rari analizzerei caso per caso.

 

Esistono sul mercato alimentatori universali che costano anche meno di 30 euro, ma personalmente non rischierei!